full screen background image

“A rugby si gioca con le mani e con i piedi, ma in particolare con la testa e con il cuore.” DIEGO DOMINGUEZ

Siamo ancora senza parole. Il Rugby Feltre torna a vincere in serie B e lo fa con una prestazione eccezionale, contro un avversario vero, quadrato, completo in ogni reparto.
 
RUGBY FELTRE: De Boni, Maccagnan, Della Dora, Iacono, Corso, Zannin, Sommariva, Bellumat, Bertelle, Stefani, Strappazzon (8' st Belfi), Ongaro (22' st Bortolot), Bordin, Zancanaro, M. Perotto. Allenatore Andrea Barp.
GRIFONI ODERZO: G. Cincotto, Steolo (27' st Antonelli), Ciottolo, Zanette, Damo (27' st Battistella), Bottosso, Pelloia. D. Florian, Dalla Pria, S. Florian, F. Cincotto, Marian (8' st Ferrari) (24' st Fantin), Coletti, Sturz (2' st Conte), Mazzola. Allenatore Rinaldo Bonato.
ARBITRO: Matteo Franco di Pordenone.
MARCATORI: nel I° tempo 2' meta Della Dora tr Iacono, 13' meta G. Cincotto tr Bottosso, 17' cp Iacono, 20' meta S. Florian ntr, 34' meta F. Cincotto tr Bottosso, 40' meta Bellumat tr Iacono. Nel II° tempo 3' cp Iacono, 18' meta Iacono tr Iacono.
NOTE: cartellini gialli 38' pt Dalla Pria, 40' st Belfi.
 
I nostri ragazzi sono stati bravissimi a tornare dall'abisso del -9 nel quale si sono trovati al 34' del primo tempo, sul 10-19, rimontando un XV tostissimo, fino a superarlo nel punteggio e poi anche nel gioco.
Bellissime le mete realizzate, la prima frutto di una combinazione splendida tra De Boni e Della Dora, la seconda figlia dell'esuberanza del nostro pack e della cattiveria agonistica di Bellumat, la terza davvero di squadra, con il lavoro della rimessa laterale, la difesa del possesso di qualità da parte della maul, la manovra passata per 9-10 e 12, con Iacono abile a evitare la difesa trevigiana con una "schinca" degna di tal nome.
Nel complesso di una domenica perfetta, passata pure per le vittorie dell'under 16 (30-7 al Casale) e dell'under 18 (33-17 al Piave), che si aggiungono a quella dell'under 14 (97-0 a Silea), una nota stonata, però, giunge dal comportamento del nostro pubblico sul finire di partita: non fischiare gli avversari e l'arbitro, non contestarli, non insultarli e non disturbare i loro calci piazzati fa parte del rugby, non è un vezzo.
L'aver irriso l'avversario che sbaglia un calcio, l'aver insultato la terna, sono comportamenti che non possono essere accettati. L'essersi concentrati più sulle decisioni arbitrali che sui meriti della nostra squadra è un atteggiamento inaccettabile. Chiediamo, perciò, scusa alla terna e ai Grifoni Oderzo, certi che simili atteggiamenti non dovranno mai più ripetersi. Non è una questione di presunta superiorità del nostro sport, ma una strenua lotta nel lasciare fuori dal rugby queste riprovevoli manifestazioni.

© 2016 ASD Rugby Feltre

Via Negrelli 5 - CP 73

32032 Feltre (BL)

Codice Fiscale 82003790258

Partita IVA 00287570253

Codice società 190776

Sponsored by Partita Tripla