full screen background image

“A rugby si gioca con le mani e con i piedi, ma in particolare con la testa e con il cuore.” DIEGO DOMINGUEZ

CASALE RUGBY - RUGBY FELTRE 20-27: quinta vittoria in altrettanti incontri per la nostra diciotto, che passa anche sul campo del Casale, secondo in classifica. E' stata una bellissima partita, non tanto sotto il profilo tecnico, perché la tensione e l'agonismo hanno condotto a qualche errore di gestualità, quanto sotto l'aspetto dell'intensità.

 

Pronti - via e commettiamo subito uno sbaglio sul calcio d'avvio, dal quale nasce la prima segnatura della partita per i trevigiani, i quali allungano poco più tardi, tanto da issarsi sul 10-0. Il Feltre non si disunisce, si scrolla di dosso la tensione e si installa nella metà campo avversaria. Troviamo la prima segnatura alla bandierina e pure la meta del pareggio, dopo una serie di cambi di fronte di gioco. I Caimani sembrano patire l'uno - due e andiamo ancora a marcare, questa volta con Simone Zatta, che si invola direttamente sul calcio d'avvio, a seguito della nostra marcatura del pareggio. Andiamo, così, al riposo avanti per 17-10.

Il secondo tempo inizia con la furiosa reazione dei trevigiani, che non ci stanno, si gettano all'attacco e dopo diversi attacchi arrembanti, trovano la segnatura del 17-17. La fatica inizia a emergere e con essa gli errori, ma la nostra diciotto riprende in mano la partita e produce un ulteriore sforzo, tanto da realizzare la quarta meta, quella che, assieme alla trasformazione, ci porta sul 24-17. Non è finita, però, il Casale si getta all'assalto e ci chiude nei nostri ventidue, ma non è più lucido e fresco per superare la nostra difesa che è stanca, ma comunque efficace. Un piazzato porta i padroni di casa a -4, ma serve loro ancora una meta. Gli ultimi minuti sono al cardiopalma, il Casale commette un errore, recuperiamo l'ovale e sul proseguo dell'azione veniamo premiati con un calcio. Righes dalla piazzola non sbaglia e firma il 27-20. Finita? manco per sogno, perché i trevigiani attaccano all'arma bianca e solamente un in avanti in pieno recupero sancisce la parola fine a una partita durissima, anche indisciplinata, con due gialli per parte, ma terribilmente vera. Di Simone Zatta, Gabriele Righes, Leonardo Corso e Andrea Garlet le nostre mete. Di Gabriele Righes i punti dalla piazzola. Man of the match Daniele Tabone. 

Loris Sartor e Simone Canton a fine partita si sono complimentati con i ragazzi dell'under 18: "E' stata una gran bella partita" hanno commentato i tecnici "e la squadra è stata brava, perché di fronte aveva un  avversario organizzato, che giocava in casa e voleva ridurre la distanza in classifica. Abbiamo difeso con i denti gli ultimi minuti, resistendo ai loro assalti. Va evidenziata la crescita mentale incredibile di questo gruppo, che ha compiuto davvero un gran salto di qualità, comprendendo che con il lavoro, con la fatica, con gli allenamenti duri, con le sedute con la prima squadra, la differenza poi alla domenica emerge. La squadra ha imparato che deve venire al campo e allenare le skill, tutte cose che poi in partita si vedono. Adesso, però, viene il difficile, perché non siamo più una sorpresa, nel girone di ritorno avremo tre gare esterne su cinque e ci aspetteranno tutti con il coltello tra i denti. Siamo curiosi di vedere se i ragazzi sapranno affrontare anche questo ulteriore scalino".

© 2016 ASD Rugby Feltre

Via Negrelli 5 - CP 73

32032 Feltre (BL)

Codice Fiscale 82003790258

Partita IVA 00287570253

Codice società 190776

Sponsored by Partita Tripla