full screen background image

“A rugby si gioca con le mani e con i piedi, ma in particolare con la testa e con il cuore.” DIEGO DOMINGUEZ

Alpago, Belluno e Feltre hanno chiuso una stagione impegnativa per tutte e tre con un bel triangolare, svoltosi a villa Montalban, che ha sancito anche la collaborazione sviluppata nel corso dell'anno con il Centro di formazione Dolomiti. L'obiettivo di Corrado Pilat e delle società è che questo appuntamento diventi una consuetudine per la categoria under 16. 

 

I risultati ci sono stati favorevoli: con l'Alpago abbiamo vinto 33-5, con due mete di Gabianetto, una ciascuno di Pietro Busetto, Rocco Dall'Agnol e Beppiani, quattro le trasformazioni dello stesso Beppiani. Con il Belluno, invece, la nostra under 16 si è imposta per 35-10, con due mete di Pietro Dall'Agnol, altrettante di Beppiani e una di Stefani. Cinque le trasformazioni di Beppiani. Presenti all'incontro anche Titta Casagrande e Beppe Iacono, autentico idolo dei ragazzi della "sedici".

A Safforze sono scesi in campo: Beppiani, Gabianetto, R. Dall'Agnol, P. Dall'Agnol, De Girardi, Garlet, Girardini, Bellani Pietro Busetto, Andrighetti, Gurrieri, Peloso, Stefani, Bottegal, Del Monego. Hanno giocato anche Barbieri, Perotto, Tribelli, Fent, Bellumat e Vendrami.

Si è conclusa, così, una stagione che per i nostri ragazzi non è stata facile, fatta di ventun partite e sette vittorie, con l'inserimento nel girone Meritocratico, anziché in quello territoriale, grazie ai risultati ottenuti nei barrage. Lo staff durante tutta la stagione ha evidenziato alla squadra il livello delle avversarie che affrontavano domenica dopo domenica e, se si escludono tre o quattro partite, per il resto la nostra "sedici" non ha mai sfigurato. Il confronto con le formazioni giunte quarte e quinte nel girone Territoriale ha proprio evidenziato l'utilità di aver disputato un campionato così impegnativo. A livello fisico e tecnico le squadre hanno dimostrato di somigliarsi, ciò che ha fatto la differenza a nostro favore è stata l'abitudine a intensità di gioco alte e a dover risolvere situazioni non facili. Anche la preparazione atletica è risultata determinante e qui va sottolineato il gran lavoro svolto con Graziano Santomaso e Alberto Gobbi. 

 A fine partita, durante il terzo e anche il quarto tempo, promesso da Andrea Zannin al McDonald's, in caso di vittoria nel torneo, i ragazzi hanno espresso opinioni simili, ossia che nell'ultimo impegno stagionale si sono resi conto della differenza con il livello al quale si erano abituati e che giocare con avversari più forti è utilissimo per crescere. Vero che durante l'anno ci sono stati momenti difficili, dove sarebbe stato ben più semplice mollare, ma la "sedici" è sempre rimasta sul pezzo e questo servirà nella formazione di questi rugbisti, non solo come giocatori, ma anche, un pochino, come uomini.

 

© 2016 ASD Rugby Feltre

Via Negrelli 5 - CP 73

32032 Feltre (BL)

Codice Fiscale 82003790258

Partita IVA 00287570253

Codice società 190776

Sponsored by Partita Tripla